La banalità del male, un tema sul quale Roman Polanski è tornato più volte nel corso della sua straordinaria carriera, declinandolo nei suoi diversi risvolti, da quelli più tragici a quelli, apparentemente, più “normali”. In particolare, in alcuni film il grande regista polacco ha scelto di affrontare quell’argomento ambientando le vicende narrate in ambienti circoscritti, angusti, claustrofobici, che diventano la proiezione fisica, a volte perfino la matrice delle nevrosi, delle paure, delle ossessioni o della follia dei personaggi protagonisti. Su questo fondamentale aspetto dell’estetica cinematografica di Polanski si concentra la presente rassegna, in sette film (Carnage, L’inquilino del terzo piano, Repulsion, Il coltello nell’acqua, Cul de Sac, Luna di fiele), altrettanti esempi della coerenza espressiva di un autore che rimane fra i massimi esponenti dell’arte del cinema..


Presentiamo in anteprima il bellissimo documentario che Maurizio Zaccaro ha realizzato su Ermanno Olmi. Nella scheda all’interno del programma le parole dello stesso Zaccaro per introdurci alla visione di questo suo ultimo lavoro. Da parte nostra possiamo solo dire che film come Un foglio bianco andrebbero visti da tutti, e proposti soprattutto ai giovani, agli studenti (di cinema e non), perché ci consegna una lezione sul valore dell’etica e della dignità, della responsabilità e dell’amore per il proprio lavoro che si trasforma in una vera e propria lezione di vita. E di libertà.


“Piccolo Grande Cinema. La Festa di Arrivano i film” (le schede più dettagliate su www.piccolograndecinema.it), il festival di cinema per bambini e ragazzi che Cineteca Italiana, in collaborazione con Regione Lombardia, Provincia di Milano - Cultura, le province di Bergamo, Como, Lodi, Pavia, Varese e il Comune di Cremona, organizza da ormai quattro anni.


Seconda anteprima di questo mese con un’opera davvero interessante sia per la ricerca estetica che lo contraddistingue (è virato totalmente in blu) e che gli regala una profondità visiva di grande suggestione, sia perché si tratta di una di quelle fiabe filosofiche capaci di farci riflettere sui grandi temi dell’esistenza.


La terza anteprima del mese è un film straordinario su Bobby Fischer, colui che è considerato il più grande scacchista di tutti i tempi. Un documentario avvincente come un lungometraggio di finzione nel descrivere la trasformazione di Fischer in prodigio degli scacchi, superstar internazionale, scontroso misantropo e infine in fuorilegge.


In collaborazione con il Centro Milanese di Psicoanalisi “Cesare Musatti” e col suo gruppo dell’Osservatorio di psicoanalisi del bambino e dell’adolescente, quattro appuntamenti (due in questo mese) dedicati allo sguardo dei bambini, con altrettante proiezioni a cui seguiranno gli interventi di psicoanalisti sul film appena concluso. Per una presentazione più esaustiva, si veda in pagine successive.


I tre film del discorso di Sokurov dedicato al tema del potere assoluto: Moloch, su un Hitler già avviato sulla strada del declino e della malattia; Taurus, sulla caduta e morte di Lenin e sulla conseguente ascesa di Stalin; Il sole, sull’imperatore giapponese Hirohito negli ultimi due anni della Seconda guerra mondiale. Un omaggio al grnce regista russo, il cui ultimo film, Faust (Leone d’Oro all’ultima Mostra del cinema di Venezia), costituisce l’ideale completamento della trilogia.



Dopo aver digitalizzato e restaurato in pellicola i materiali muti della collezione Pirelli, lavoro che ci accompagna da oltre un anno, a segnare un importante sodalizio tra due archivi nasce il dvd Pirelli in 35mm. Il percorso, tra i tantissimi titoli e spunti che il ricchissimo lotto Pirelli offre, è quello di raccontare quanto il linguaggio cinematografico, i generi, gli stili, l’evoluzione della tecnica abbiano influito sulla comunicazione aziendale della Pirelli.





Secondo appuntamento della nuova stagione di “Cinema senza barriere”, progetto ideato nel 2005 da AIACE, promosso dalla Provincia di Milano/Settore cultura e Direzione centrale sviluppo economico, formazione e lavoro, e dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia. Le persone con disabilità della vista possono prenotare e utilizzare in sala una cuffia a raggi infrarossi che diffonde un commento audio e sullo schermo appaiono sottotitoli per non udenti contenenti dialoghi e indicazioni sui rumori e suoni.




   

 

Viale Vittorio Veneto 2,
angolo piazza Oberdan
Biglietteria: tel. 0277406316
MM1 e passante ferroviario: stazione Porta Venezia

Provincia di Milano
Presidente: Guido Podestà
Vice Presidente e Assessore alla Cultura - Beni culturali ed eventi culturali, Politiche per l'integrazione: Novo Umberto Maerna

Proiezioni
Orari: Mercoledì, giovedì, venerdì: ore 17, 19, 21.30
Sabato: ore 15, 17, 19, 21.30 - Domenica: ore 11, 15, 17, 19, 21.30
(gli orari potranno subire leggere variazioni, comunque indicate in calendario, dovute alla durata dei film)

Prezzi
Cinetessera annuale: € 3,00, valida anche per le proiezioni all’Area Metropolis 2.0
Biglietto d’ingresso: € 5,50
Spettacoli delle h 15 e h 17 feriali e h 15 festivi: € 3,50
Biglietti in prevendita: € 6,00 (più diritti di prevendita)
I tesserini delle Università sono validi come Cinetessera 2011


Fondazione Cineteca Italiana
Manifattura Tabacchi, viale Fulvio Testi 121, 20162 MILANO - Tel. 0287242114 - Fax 0287242115 - info@cinetecamilano.it - P.IVA C.F. 11916860155