Carrello


L'amatore


First slide
Info

L'amatore

Regia: Maria Mauti

Italia, 2016, 90'

Scheda

In anteprima per l’Italia presentiamo L’amatore, film su Piero Portaluppi, architetto milanese assurto a grande fama fra gli anni Venti e Quaranta. Il documentario si avvale di numerosissime bobine cinematografiche da lui stesso girate e montate, ritrovate casualmente dai suoi familiari molto tempo dopo la sua morte. Il distacco dalle contingenze del suo tempo e l’inarrestabile ironia che ha pervaso ogni sua manifestazione artistica e privata ne fanno un soggetto che è molto interessante da indagare e conoscere. Fin dal titolo il documentario di Maria Mauti dichiara una cifra narrativa scevra da ingombranti reticenze. Perché Portaluppi è stato un amatore dal punto di vista cinematografico (e i filmati in 16 mm sono lì a testimoniarlo) ma anche dell'altro sesso le cui attenzioni non ha mai disdegnato. Ecco allora che, grazie alla vocalità ineguagliabile di Giulia Lazzarini, ci immergiamo nella memoria di una personalità complessa che, come viene affermato, danzava sulle cose mentre creava bellezza. Non è facile proporre la biografia di un architetto sfuggendo al catalogo delle sue opere. È quanto riesce invece in questo caso perché gli edifici vengono mostrati con dovizia di particolari (due su tutti: La Casa degli Atellani e Villa Necchi-Campiglio a Milano) ma sempre legandoli alla vita e all'eclettismo di chi, fin da giovanissimo, si era visto pubblicare vignette dal prestigioso giornale "Il Guerin Meschino". Non si tratta però solo di una rivisitazione di un architetto di indiscutibile prestigio ma, proprio attraverso il materiale da lui girato e lasciato nel montaggio originale, anche della ricostruzione di un'epoca che va dal Primo Conflitto Mondiale (con la sua ardita visione della ricostruzione delle centrali idroelettriche della Val Formazza) sino al fascismo. Accade così che le riprese in bianco e nero del passato si alternino a inquadrature degli edifici in cui lo sguardo della regista invita lo spettatore a una curiosità che vada oltre la pura e semplice osservazione ma trovi in ogni finestra, in ogni ingresso, in ogni scala la ragione di una creatività che è sempre andata oltre la pur necessaria funzionalità per tramutarsi in arte.

Programmazione

25, novembre - 17:00

26, novembre - 19:00

02, dicembre - 17:00

03, dicembre - 19:00

Info Generali

  • lunedì chiuso
  • dal martedi al venerdi
    dalle 17:00 alle 21:00
  • sabato e domenica
    dalle 15:00 alle 19:00

Proiezioni
  • Intero € 6,50
  • Ridotto* € 5,00
  • 1 adulto + 1 bambino € 7,00
Rassegna Estate Tabacchi
  • Intero € 6,50
  • Ridotto* € 5,00
*Under 14, studenti universitari, cinetessera, tessera FAI, Touring Junior, Soci Touring Club Adulti, Milan ID Card

Inoltre venerdi, sabato e domenica alle ore 15.30 e 17.30, alle medesime condizioni economiche, è possibile visitare anche il Nuovo Archivio Storico dei Film, previa prenotazione obbligatoria al numero 0287242114.

Sala

Sala Cinema
Come Raggiungerci

MIC
Viale Fulvio Testi, 121 - 20162
Milano
Tel: 0287242114

Iscriviti alla Nostra Newsletter


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le iniziative e gli eventi della Fondazione Cineteca Italiana?

Allora perché non iscriverti alla nostra newsletter - un'ispirazione mensile, direttamente nella tua mail.

Oberdan
Area Metropolis 2.0
Mic

Altrimenti, puoi seguirci su