morando
 

INAUGURA LA BIBLIOTECA DI MORANDO con un Open Day, Action Painting e il workshop di critica Match Point Sabato 22 aprile

 

Sabato 22 aprile 2017 dalle ore 10 alle ore 17 Fondazione Cineteca Italiana inaugura LA BIBLIOTECA DI MORANDO, uno spazio speciale dove immergersi nella lettura e nello studio del cinema dedicato al grande critico cinematografico Morando Morandini, la cui vasta biblioteca (composta da oltre tredicimila volumi, lettere, fotografie, faldoni di appunti a partire dal 1952) è stata donata dalla famiglia alla Cineteca di Milano.

La biblioteca sorge nel luogo che ha ospitato per tanti anni lo storico archivio cinematografico di via Sammartini lungo il percorso pedonale e ciclabile del Naviglio Martesana, un luogo particolare totalmente ristrutturato ed alimentato ad energia solare, ma dove si respira ancora cinema.

 

Dalle ore 10 sarà possibile assistere al genio creativo di Danis (Ascanio), pittore, muralista e serigrafo cubano, che si cimenterà nell’Action Painting di un Murales dedicato alle passioni di Morando Morandini. Alle ore 12 a tutti i presenti sarà offerto un rinfresco per festeggiare insieme l’inaugurazione di questo nuovo spazio.

 

Dall’8 maggio 2017 è in programma il workshop di critica cinematografica Match Point, l’evento che inaugurerà la biblioteca di Morando.

Un luogo della Cineteca da sempre inaccessibile ai non addetti ai lavori (l’entrata pedonale di via Tofane costeggia piacevolmente il canale Martesana) diventa teatro di una sorta di pubblico ‘ring’, dove esperti, cinefili, o semplici curiosi possono incontrarsi affilando le armi della critica, e in particolare di quella professionale, accademica, per lo più esercitata sulla carta stampata, verso la critica più giovane, diffusa attraverso i siti e i blog.

A turno, rappresentanti della prima categoria come Luisa Morandini, figlia di Morando, giornalista e critica a sua volta, e della seconda, come Andrea Chimento, direttore del sito di critica online LongTake, porteranno valide ragioni a difesa delle rispettive professionalità, caratteristiche, gusti e inclinazioni.

Il match finale sarà decisivo non tanto per decretare la superiorità (presunta) di una delle due categorie, ma per cercare di dare risposta ai molti interrogativi che sorgono quando si pensa alla funzione e ai modi della critica cinematografica odierna.

 

 

 

 

Scarica l’invito

 

2011 Fondazione Cineteca Italiana p.iva 11916860155

Progetto e sviluppo smarketing